Cerca
Newsletter
Cerca

La città // Storia e territorio

Arte

Fare un viaggio fra l'arte e la cultura di Cava de' Tirreni significa attraversare oltre un millennio di storia ricca di personaggi, opere e monumenti: ogni passo del visitatore dell'antico borgo medievale e dei tanti villaggi porterà ad una piacevole scoperta.

Arrivati a Cava de' Tirreni, usciti dall'autostrada A3, dopo soli 400 metri, s'incontra un superbo monumento in granito: l'Epitaffio, fatto costruire da Filippo III Re di Spagna nel 1608.

Percorrendo Corso Mazzini si arriva in piazza Duomo, dove sorge la cinquecentesca Cattedrale e l'artistica fontana dei delfini, opera dello scultore Alfonso Balzico, nato a Cava de' Tirreni nel 1825 e molto attivo alla corte dei Savoia.

Procedendo fra due ininterrotte file di portici, che caratterizzano i palazzi seicenteschi, si arriva al Largo Comizi, dove si possono ammirare le splendide architetture pre-barocche di S.Giovanni e dalla Chiesa del Purgatorio, erette dagli Artisti, fecenti parte delle omonime arciconfraternite fondate nel 1596. Preludio al quattrocentesco Borgo Scacciaventi, con i suoi antichi palazzi dai portali in pietra scolpita e con le corti dalle evidenti tracce di architettura aragonese.

Al termine del sinuoso Borgo Scacciaventi si apre la luminosa Piazza S. Francesco con la cinquecentesca Chiesa della Madonna dell'Olmo e la Torre campanaria a base quadrata, che sormonta un mirabile seicentesco chiostro.
Poco discoste sorgono la Chiesa e il convento di S. Francesco ed il Convento di S. Maria del rifugio con il cinquecentesco Chiostro.

Ma il più grande monumento di Cava de' Tirreni è la Badia della Santissima Trinità, monumento nazionale, vero condensato di storia, cultura e di opere d'arte.

Questa sezione del sito mostrerà solo alcuni dei luoghi più interessanti della nostra città: per avere le giuste dimensioni della sua bellezza si suggerisce di visitarla